Uncategorized

Perché ci piace scrivere

Ho sempre ammirato chi, ad ogni età, dica «Scrivo per necessità!». Esprime un bisogno –un desiderio autentico– di parlare di sé e del proprio mondo o di tematiche care. E non necessariamente in modo intimistico: magari per spiegare o per raccontare, una passione o un hobby. Ecco, collego questo bisogno ad una forma di espressione artistica e… Continue reading Perché ci piace scrivere

Uncategorized

Parole incrociate e rebus fanno bene alla mente e al vocabolario

Cimentarsi con cruciverba e rebus fa bene: all'umore (se piace in genere), alla memoria, al vocabolario. Ne ero consapevole osservando da sempre parenti o amici più anziani dilettarsi con parole incrociate e giochi di memoria e vedendoli evidentemente conservare anche in età avanzata una notevole velocità di pensiero e associazione di idee, capacità di ragionamento… Continue reading Parole incrociate e rebus fanno bene alla mente e al vocabolario

Uncategorized

Non solo emoticon. Ai millennials piace scrivere

A poco più di sei mesi dall'inizio della rubrica dell'Agenzia Ansa #VistodaiMillennials emerge che l'agenzia italiana per antonomasia ha parecchi lettori tra i giovani e i giovani-adulti e che –sollecitati a contribuire con scritti originali– volentieri contribuiscono con contenuti personali, intelligenti, attenti al mondo e ben scritti. Varietà di temi, varietà di stili: viva le buone… Continue reading Non solo emoticon. Ai millennials piace scrivere

Uncategorized

AAA insegnanti di sostegno cercasi

Il diritto all’istruzione e allo studio sono sanciti nella costituzione italiana, ma la loro realizzazione per bambini e ragazzi disabili è, nella scuola dell’obbligo, ampiamente disattesa. Anche quest’anno, secondo dati diffusi dallo stesso Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, mancano migliaia di insegnanti di sostegno e moltissimi sono inquadrati in condizioni precarie. Insegnanti, ausili, ambienti… Continue reading AAA insegnanti di sostegno cercasi

Uncategorized

Ricominciare dall’alfabeto: pazienza e autoironia

Mi sono sempre occupata di scrittura e ho anche sempre avuto una bella calli-grafia (anche quando il professore di inglese del ginnasio -nel paleolitico- arrivava a dare un punto in meno a chi non disgiungesse in modo per lui soddisfacente le due “oo” di “look” o “book”…). E ho adattato negli anni, e a seconda… Continue reading Ricominciare dall’alfabeto: pazienza e autoironia